2.3 Analisi della situazione generale prevista :
le carte del tempo significativo

Abbiamo a disposizione due carte: la SWC M europea e la SWC L italiana, sono entrambe centrate sulle ore 12.
Una "dissonanza" che possiamo notare sulla carta europea Ú la assenza di zone di tempo significativo sull'italia. Alcune zone sono invece descritte sulla carta del nostro centro meteo.
In particolare potrebbero essere significativi i cb riportati sulle zone 1 e 2 e non indicati sulla carta europea.
Queste differenze non devono meravigliare perchŔ le carte sono emesse da due enti diversi e in momenti diversi.

Una attenta lettura del'intestazione della SWC M ci mostra i seguenti codici in apertura della legenda:
PGDE15 EGRR 071200 da questi si decuce che la carta Ú stata emessa 24 ore prima della sua validitÓ.

La carta italiana emessa dall' A.M. Ú tipicamente realizzata non oltre le 12 ore dall'orario di validitÓ.

La carta Italiana Ú quindi pi¨ recente Ú pu˛ contenere previsioni pi¨ attendibili; in aggiunta i Sigmet prevedono la presenza di temporali sulle FIR di Milano e Roma, coerentemente con la carta italiana.
Valutiamo quindi che le previsioni della carta europea,
devono essere integrate con quelle della carta italiana.


Procediamo quindi all'analisi della situazione generale prevista, partendo dalla carta europea che ci offre una visione pi¨ ampia del tempo:

Notiamo subito il sistema ciclonico extratropicale previsto tra Francia ed Inghilterra:
caratterizzato da un fronte caldo che precede il fronte freddo e dalla formazione della relativa occlusione.
Tutto il sistema ruota evidentemente intorno ad un centro di bassa pressione, coincidente con la zona pi¨ bassa della tropopausa ( localizzata a livello 240 ).

Al sistema ciclonico sono associate delle perturbazioni che interessano la nostra rotta e l'aeroporto di arrivo.
La velocitÓ di spostamento del fronte freddo Ú prevista di 20 nodi e lo spostamento delle relative perturbazioni, in relazione al nostro tempo di volo, non Ú irrilevante e va quindi considerato. Non sembrano esserci altre perturbazioni di rilievo lungo la rotta.
Assumiamo ora le informazioni relative alla SWC L ed integriamo i dati disponibili :
Le zone sw previste sull'Italia saranno caratterizzate da una nuvolositÓ generalmente poco significativa per il volo pianificato, ad eccezione degli isolati e affogati CB. Sono fenomeni non associati a fronti ma ad instabilitÓ atmosferica soprattutto sulle zone montuose. Le tipiche sids di uscita da FCO sul mare e la rotta diretta pi¨ probabile, ci portano a considerare bassa la probabilitÓ di incontrare questi cb in fase di salita ed allontanamento.

Dopo questa analisi della situazione generale prevista andiamo a verificare le osservazioni Metar, mettendole in relazione con queste previsioni

Pagina realizzata dal prof. Massimo Bevilacqua per il sito www.meteolab.it
Torna all'indice dell'esercizio